Contraccezione: come proteggersi dopo il parto

Quindi è arrivato il giorno tanto atteso in cui tu e il tuo bambino siete stati dimessi dall’ospedale. Tra le molte difficoltà e domande su come prendersi cura adeguatamente di un bambino, ne sorge un’altra: è necessario usare la protezione ora e come farlo esattamente??

È meglio chiedere informazioni sui possibili metodi di contraccezione al primo appuntamento con un ginecologo dopo il parto, quindi, dopo averti esaminato, lo specialista consiglierà i mezzi individuali. Vogliamo parlare di contraccezione dopo il parto in generale..

Allattare significa che non posso rimanere incinta

Molto spesso, se stai allattando il tuo bambino, la contraccezione naturale è il processo di allattamento stesso. Tuttavia, in questo caso, una giovane madre dovrebbe essere estremamente attenta, poiché spesso è proprio questo atteggiamento che diventa la ragione della prossima gravidanza completamente non pianificata. Perché succede??

Ci sono diversi segni che l’allattamento al seno può essere più un metodo contraccettivo per te e devi ricorrere a un altro metodo di protezione..

Aumentare gli intervalli tra le poppate. Affinché l’allattamento al seno del bambino serva come metodo contraccettivo naturale e non fallisca, è importante che gli intervalli tra le poppate siano di almeno 4 ore durante il giorno e almeno 6 ore di notte..

Se sei una madre felice di un bambino che dorme profondamente e pacificamente tutta la notte, non puoi fare affidamento completamente sull’effetto contraccettivo dell’alimentazione e dovrebbero essere presi in considerazione metodi aggiuntivi..

Inoltre, se hai introdotto il bambino a cibi complementari e hai saltato una o più poppate durante il giorno, dovresti considerare una contraccezione aggiuntiva..

Nostra madre, membro del forum, Lileya, dice: “Ho introdotto cibi complementari a mio figlio, gli è piaciuto, ed è successo che all’età di 7-8 mesi aveva già completamente sostituito diverse poppate. Cioè, ho lasciato il seno solo di notte e al mattino. Ho pensato: allatto ancora, quindi i preservativi non sono necessari. C’era abbastanza latte. Ma presto iniziarono nausea e vomito, così familiari dalla precedente gravidanza. Ho comprato un test: tutto è stato confermato. Mio marito è rimasto scioccato per molto tempo, il nostro appartamento è piccolo, quindi in fretta ovviamente non abbiamo programmato un secondo figlio. È già il 7 ° mese di gravidanza, stiamo aspettando di nuovo un maschio, e il primo figlio ha appena compiuto un anno e mezzo “.

L’inizio delle mestruazioni. Qualsiasi sanguinamento dalla vagina di qualsiasi durata e abbondanza è un segnale che la fertilità delle ovaie è ripristinata e, quindi, puoi rimanere incinta..

Nostra madre, membro del forum, Dina dice: “Ho iniziato le mestruazioni circa sei mesi dopo il parto. Non erano per niente come prima, solo uno schiocco per un paio di giorni. Ma stavo ancora allattando e non pensavo nemmeno di poter rimanere incinta. Ma dopo un po ‘è successo, e ora siamo in quattro! “

Il bambino ha più di 4 mesi. È generalmente accettato dai ginecologi che dopo aver festeggiato i primi 4 mesi della sua vita con il tuo bambino (massimo 6 mesi), sia necessario pensare alla protezione, indipendentemente dal fatto che tu abbia iniziato o meno le mestruazioni, e se hai introdotto il complementare Alimenti. È ora di stare attenti e prendersi cura di una contraccezione affidabile.

Naturalmente, non tutti i contraccettivi sono adatti per una madre che allatta. Ad esempio, i contraccettivi orali combinati (COC), che contengono estrogeni e progestinici durante l’allattamento, sono controindicati.

Ma rimangono molte opzioni.

La forma più comune di contraccezione postpartum è il preservativo, che, se usato correttamente, garantisce una protezione efficace fino al 98%. Inoltre, un preservativo è una protezione affidabile contro le infezioni, che nei primi mesi dopo il parto possono attaccare un canale cervicale anche dilatato..

Spesso, dopo il parto, le giovani madri notano che la quantità di muco nella vagina è diminuita, motivo per cui il rapporto in un preservativo può essere spiacevole. La situazione può essere corretta con lubrificanti speciali, lubrificanti speciali che facilitano l’attrito. È meglio acquistarli, come i preservativi, in farmacia, e scegliere quelli neutri, senza profumi e proprietà aggiuntive, in modo da non causare irritazioni e allergie..

Il secondo metodo contraccettivo possibile sono i contraccettivi a base di solo progestinico, che sono pillole contenenti solo progestinici. L’effetto contraccettivo di tali pillole è inferiore a quello dei contraccettivi orali combinati, tuttavia, in combinazione con l’allattamento, sono abbastanza affidabili se assunti regolarmente.

Non preoccuparti che l’ormone raggiunga il tuo bambino attraverso il latte. Le sue dosi sono così minime e insignificanti che non danneggeranno il bambino. La quantità di latte e la durata dell’allattamento non sono influenzate dall’uso di contraccettivi a base di solo progestinico.

Assicurati di verificare con il tuo medico la possibilità di prescrivere questi contraccettivi, soprattutto se hai avuto o hai problemi di pervietà delle tube, sovrappeso, irregolarità del ciclo, funzionalità epatica.

L’uso di spermicidi – sostanze che distruggono gli spermatozoi – è un altro possibile metodo di contraccezione. Questi contraccettivi sono disponibili sotto forma di gel speciali, paste, schiume, tamponi, supposte vaginali, compresse e unguenti..

La maggior parte delle supposte e delle compresse devono essere inserite nella vagina 15-30 minuti prima del rapporto (le supposte si dissolvono più velocemente), l’effetto contraccettivo dura 3-4 ore. Schiuma e crema vengono iniettate immediatamente prima del rapporto. I tamponi possono essere inseriti in anticipo (sono validi per 24 ore), il tampone viene rimosso non prima di 2 ore dopo il rapporto.

Rispetto ai contraccettivi ormonali e intrauterini, gli spermicidi hanno una bassa efficienza (75-80%). Pertanto, sono prescritti alle donne che allattano in modo che, in combinazione con l’allattamento al seno, si ottenga l’effetto desiderato..

Controindicazioni all’uso di spermicidi sono l’allergia allo spermicida, l’endocervicite, la colpite o l’erosione cervicale.

La contraccezione intrauterina è un metodo contraccettivo efficace per le madri che allattano in quanto non influisce sulla produzione di latte.

È possibile iniziare a utilizzare il dispositivo intrauterino 6-8 settimane dopo il parto (dopo la cessazione della dimissione postpartum). Durante la prima settimana dopo l’introduzione, l’attività sessuale e l’attività fisica intensa sono sconsigliate.

I dispositivi intrauterini sono controindicati nei processi infiammatori nei genitali, poiché la spirale può contribuire all’ascesa dell’infezione con la sua penetrazione nella cavità addominale. Inoltre, non è possibile installare una spirale in caso di alterazioni patologiche nell’utero (anomalie dello sviluppo, fibromi uterini, deformazione della cavità uterina, stenosi cervicale).

Dopo l’inizio dell’uso di qualsiasi contraccezione intrauterina, è necessario condurre un esame di follow-up da un ginecologo in un mese, quindi dopo tre mesi, quindi, in assenza di reclami, è sufficiente una visita all’anno.

Il capo del reparto ginecologico dell’unità di degenza “Poliambulatori per adulti sulla riva sinistra” MM “Dobrobut”, candidato di scienze mediche Popkov Alexander Vasilyevich dice:

“La contraccezione postpartum cambia in modo significativo per diversi motivi..

L’allattamento al seno stesso è un metodo contraccettivo. Quando un bambino succhia il seno, la prolattina viene rilasciata nel corpo della madre, un ormone che influenza direttamente l’ovulazione.

Più spesso mangi, più l’ormone e l’uovo non maturano. La garanzia di protezione può essere limitata a 4 mesi dopo il parto ea condizione che il bambino sia allattato solo naturalmente. Successivamente, il metodo diventa non così affidabile e devi prendere qualcos’altro..

Se una donna sta allattando, allora tra i metodi contraccettivi affidabili per impostare un contraccettivo intrauterino (spirale), contraccettivi o iniezioni puramente progestinici, può essere utilizzato un preservativo.

I contraccettivi orali combinati, quelle pillole che quasi tutte le donne conoscono, non sono adatti, poiché il componente estrogeno che contengono inibisce l’allattamento.

Per selezionare i contraccettivi, discutere i loro vantaggi e svantaggi per ogni individuo individualmente, è necessario visitare un medico. Ad esempio, disturbi del metabolismo dei carboidrati, aumento della coagulazione, problemi venosi limitano l’uso di agenti ormonali. E questo può essere preso in considerazione da uno specialista e non da un amico o qualcuno dall’esterno.

Quando si sceglie la protezione con una spirale, è obbligatoria una visita da un medico, poiché è necessario prendere una macchia ed escludere l’infiammazione. Inoltre, solo un medico può sia inserire che rimuovere la spirale.

La selezione di farmaci puramente progestinici prevede alcune restrizioni: l’assunzione di pillole come indicato da un medico deve essere rigorosamente allo stesso tempo per evitare una diminuzione dell’effetto contraccettivo.

La contraccezione iniettiva (“Depo-Provera”) è un metodo conveniente ed economico, non è inferiore in termini di affidabilità agli altri, ma devo avvertire che il paziente può avere uno spotting minore prolungato. È efficace per 3 mesi, sebbene l’effetto dell’iniezione possa durare per un periodo più lungo..

L’inizio dell’uso di questi fondi – 6 settimane dopo la consegna.

Con la fine dell’allattamento al seno è anche possibile utilizzare compresse combinate, un cerotto o un anello vaginale “.